Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Scopri la Sicilia > Provincia di Agrigento > San Biagio Platani > Cosa vedere qui > Gli archi di Pasqua
avantiavanti
 1308 visualizzazioni

Tradizionale

Pasqua si avvicina e i paesi della nostra bella Sicilia si preparano a festeggiarla ognuno con le proprie tradizioni. Oggi andiamo a San Biagio Platani, comune di circa 3500 abitanti in provincia di Agrigento che prepara per la ricorrenza uno spettacolo per gli occhi davvero unico: gli Archi di Pasqua.

Questi Archi risalgono al ?700, periodo in cui la popolazione viveva in un periodo di povertà. Allestire queste meraviglie era considerato rimedio per alleviare queste sofferenze. Il significato religioso viene attribuito alla rappresentazione del culto della Madonna e di Cristo risorto. Questa tradizione diede nascita a due confraternite, la Madunnara e la Signurara che si occupano principalmente di rinnovare ogni anno l?estetica delle strutture riuscendo con passione e maestria a ottenere risultati sempre unici e raffinati.
Queste due confraternite non hanno mai avuto un antagonismo violento, tutt?altro: la loro è una sana competizione molto appassionante. La preparazione inizia qualche mese prima dell?arrivo della Pasqua e prevede l?utilizzo esclusivo di grandi quantità di materiali che la natura concede: salice, canne, alloro, asparago datteri, rosmarino, cereali e pane. Ciascuno di questi elementi ha un significato altamente simbolico.

Gli Archi continuano tutt?oggi ad avere un significato soprattutto religioso e artistico; il loro scopo principale ormai è tuttavia quello di attirare grande folla da ogni parte della Sicilia. Ufficialmente sono pronti dalla mattina di Pasqua fino alla quarta domenica successiva. Il passo più importante è costituito dagli Archi centrali, sotto i quali la domenica mattina Gesù risorto e la Madonna si incontrano come da tradizione. Ogni anno varia la parte estetica del corso, mentre resta invariata la struttura architettonica, ossia l?entrata (che rappresenta la facciata di una chiesa), il viale (la navata) e l?arco (l?abside della chiesa).

Ogni allestimento realizzato di volta in volta nel corso degli anni rappresenta un pezzo della storia di queste meraviglie e di San Biagio Platani, tanto che si è pensato di costruire il Museo degli Archi di Pasqua, per preservare e conservare i pezzi che sono stati protagonisti nelle varie manifestazioni nei vari anni.
Inserito da roberto raciti   
Mostra / Nascondi

+ Inserisci info
0
2
1
Cosa vedere vicino

Cosa vedere vicino  

Festa di San Calogero

 

Oratorio delle cinque piaghe (Chiesa di S. Francesco di Sales)

 

Santuario di San Giacinto Giordano Ansalone (Chiesa Madre)

 


Scopri altre risorse
+ Inserisci risorsa
REGISTRA LA TUA STRUTTURA
REGISTRA LA TUA STRUTTURA
SU
ETNAPORTAL.IT
GELATERIA .....E NON SOLO

Museo del Folklore

 
Realizzazione della 'frassata', il tradizionale tappeto artigianale.

Le Luminarie

 
Le Luminarie di San Giuseppe

Feste e sagre

 


Scopri altre risorse simili
ATTIVITA' COMMERCIALI NELLE VICINANZE

Dove dormire

Appartamento, Bed And Breakfast, Casa va...

LAMPEDUSA BEACH

a Lampedusa e Linosa, Agrigento - 195,4 km

La vacanza ideale per gruppi e famiglie Casa Vacanza, Appartmenti e Bed & Breakfast Lampedusa

Dove mangiare

Ristorante

RISTORANTE OPERA'

a Agrigento, Agrigento - 18,1 km

Ristorante pizzeria Bar con ampi locali e due splendide terrazze con vista mare e sulla Valle dei Te...

Servizi Commerciali

Cosmetica, Museo, Prodotti Biologici

SAPONI & SAPONI

a Sciacca, Agrigento - 42,4 km

Storia Nel 2006, a pochi anni di distanza dall’apertura del Laboratorio di analisi chimiche LABIO...

OffertaOfferte

Visita all'Oasi di Fiumefreddo

Disponibili  
99+

5,00 €
5,00 €

Made in Sicily

Lo sciamano bianco
Artistico

Lo sciamano bianco

5.000,00 / 1.00 unita











x
he