Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Scopri la Sicilia > Provincia di Palermo > Palermo > Cosa vedere qui > Busto di Eleonora D'Aragona
avantiavanti
 1855 visualizzazioni

Monumentale, Storico, Museale

Quest'opera celeberrima è una delle icone della Galleria Regionale della Sicilia ed uno dei capolavori dello scultore Francesco Laurana. Nativo di La Vrana in Dalmazia, ma attivo in diversi centri del Rinascimento come Urbino, Napoli e Avignone, lo scultore giunse prima del 1468 in Sicilia, a Sciacca, chiamato dal potente signore Carlo Luna, che aveva probabilmente potuto apprezzare le qualità dello scultore alla corte aragonese di Napoli. Il Luna fu il primo committente siciliano del Laurana, ed il busto raffigura non a caso quell'Eleonora d'Aragona, nipote del re di Sicilia Federico d'Aragona e antenata di Carlo Luna in quanto moglie di Carlo Peralta signore di Sciacca, conte di Caltabellotta e vicario del regno di Sicilia. La nobildonna morì nel 1405 nel castello di Giuliana e venne sepolta nella vicina Abbazia di S. Maria del Bosco di Calatamauro, della quale era stata importante benefattrice. Sulla sua tomba, sita in una sala di passaggio tra il chiostro e la chiesa, il busto era rimasto per secoli, prima di essere trasferito alla fine dell'Ottocento al Museo Nazionale di Palermo. L'identificazione dell'effigiata con una delle principesse napoletane, proposta da alcuni studiosi, sembra dunque meno plausibile. Probabilmente l'opera fu eseguita dal Laurana, che nel 1471 era rientrato a Napoli, in occasione di un suo ritorno in Sicilia, ipotizzato da molti studiosi tra il 1484 e il 1491. La datazione dell'opera è collocabile infatti intorno al 1488-1490, come denunciano le sue peculiari qualità formali che presuppongono l'esperienza dell'arte di Piero della Francesca e Antonello da Messina e della loro concezione "geometrica" dello spazio. Ma, oltre a tali influssi, anche l'essere il ritratto ideale di una defunta contribuisce a spiegare quella sospesa rarefazione e quel rigore formale che caratterizzano il celebre busto.

Testo a cura di Alessandra Merra (beni archeologici) e Valeria Sola (beni storico-artistici) Servizio Museografico U.O. XXXI
Fonte: http://www.regione.s...Inserito da Alfredo Petralia   
Mostra / Nascondi

+ Inserisci info
1
0
1
Cosa vedere vicino

Cosa vedere vicino  

Madonna della Catena (Palermo)

 

Foro Italico

 

Sant'Anna

 
Sant'Anna


Scopri altre risorse
+ Inserisci risorsa
REGISTRA LA TUA STRUTTURA
REGISTRA LA TUA STRUTTURA
SU
ETNAPORTAL.IT
Chiesa della SS. Trinità ( Chiesa Madre )

Fontana Pretoria (Fontana della Vergogna)

 
Fontana Pretoria (Fontana della Vergogna)

Santa Caterina

 
Santa Caterina

Palazzo Belmonte Riso

 


Scopri altre risorse simili
Palazzo dei Normanni (Palazzo Reale)
ATTIVITA' COMMERCIALI NELLE VICINANZE

Dove dormire

Affitta camere, Bed And Breakfast

NAMAROOMS

a Palermo, Palermo - 6,6 km

b&b namerooms

Dove mangiare

Ristorante, Pizzeria, Discoteca, Wine Bar
Bar, Pizzeria, Ristorante, Sala Ricevime...

NIGHT LIFE

a Palermo, Palermo - 5,1 km

RISTORANTE PIZZERIA DISCOTECA WINE BAR

Servizi Commerciali

le Calette Cefalù
Artista, Service Audio, Service Luci

ALBERT'ONE -EVENTI MUSICALI-

a Casteldaccia, Palermo - 14,8 km

Piano Bar Serate Danzanti Feste e Banchetti Proiezioni su Maxischermo Noleggio audio-luci

OffertaOfferte

Menù Pizza

Disponibili  
50

15,00 €
10,00 €

Made in Sicily

Santa e martire
Artistico

Santa e martire

5.000,00 / 1.00 unita











x
he